FAQ - L'attenzione alle nostre persone

Quello che devi sapere

L'attenzione alle nostre persone

Per entrare nei nostri team non è richiesto alcun titolo di studio particolare, né esperienze pregresse, ma voglia di mettersi in gioco, di lavorare in team e di stare a contatto con il cliente. Siamo noi ad offrire alle nostre persone tutti gli strumenti necessari per poter crescere all’interno dell’azienda, attraverso un programma strutturato da 1 milione di ore di formazione erogate ogni anno a tutti i livelli.

Il 92% delle nostre persone è assunto con contratto stabile, di apprendistato o indeterminato. L’ingresso in azienda avviene in genere con un contratto part-time con un numero di ore che può crescere al progredire del percorso di carriera.

Nei nostri 640 ristoranti italiani abbiamo circa 27.000 dipendenti.

Meritocrazia, pari opportunità e crescita professionale sono elementi fondamentali per la nostra azienda. Offriamo alle nostre persone 1 milione di ore di formazione all’anno e percorsi che permettono a chiunque di ricoprire ruoli di responsabilità a livello nazionale e internazionale. Basti pensare che il percorso di crescita da crew a Direttore di ristorante può svilupparsi in soli 3 anni, o ancora, che il 50% di coloro che oggi lavorano nella sede centrale, ha cominciato la propria carriera nei ristoranti.

Il contratto iniziale per un crew prevede una collaborazione di 18 ore settimanali; durante la collaborazione l’orario lavorativo può essere esteso fino a 40 ore settimanali.

Archways to Opportunity è il nostro programma welfare di formazione, attraverso cui, nel triennio 2020-2022, sono stati erogati borse di studio e corsi di lingua per un valore complessivo di 1,5 milioni di euro. I dipendenti, attraverso criteri di selezione basati sul merito scolastico e l’anzianità lavorativa in McDonald’s, possono sia richiedere borse di studio per finanziare il pagamento delle tasse universitarie dei propri corsi di laurea, sia candidarsi per partecipare a corsi di lingua inglese o italiana. Un’opportunità preziosa che permette ai tanti studenti lavoratori, che oggi rappresentano il 32% dei dipendenti, di conciliare le due attività sia in termini di tempo, grazie alla flessibilità oraria dei turni nei ristoranti, sia in termini di impegno economico.